Roma, Venerdì 25 novembre, ore 12:00 – “Ti amo da morire 2 – Profili giuridici e sociali della violenza sulle donne: stalking e cyber stalking” – Senato della Repubblica Italiana, Sala Isma

image001

Guarda la galleria fotografica:

L’A.N.I.M.E.C. (Associazione Nazionale Italiana Medicina e Consumo) in occasione della Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne organizza per il sesto anno consecutivo il Convegno “Ti amo da morire”, evento accreditato con l’Ordine degli Avvocati di Roma con 7 crediti formativi. …Continua a leggere >>

IV edizione Regata Via Le Mani

LocandinaRegataViaLeMani2016ROMA, 19 ottobre 2016 – La Federazione Italiana Canottaggio, in collaborazione con Hands off Women – HOW, rete informale di donne ed Associazioni femminili organizza, con il sostegno di Energetic Source, la IV edizione della regata promozionale “Via Le Mani” contro la violenza di genere per testimoniare con forza la posizione del mondo del canottaggio contro la violenza sulle donne. La manifestazione è patrocinata dall’Associazione Nazionale Volontarie Telefono Rosa da sempre attiva con una serie di fondamentali servizi a disposizione di tutte le vittime di maltrattamento, come di consueto al fianco della Federazione, così come l’ItalianAttori che con la partecipazione di un proprio equipaggio testimonia la propria sensibilità alla campagna antiviolenza, cosi come altri artisti sportivi.

La regata si svolgerà domenica 30 ottobre, dalle ore 9.30 alle ore 14.00, presso la prestigiosa sede del Circolo Canottieri Roma, che per la terza volta ospita ”Via le Mani” prestando un prezioso supporto logistico organizzativo all’evento. Sin dalle prime battute, la valenza sociale dell’iniziativa ha prodotto risultati significativi in termini di visibilità ed una partecipazione in costante crescita che vede in prevalenza il coinvolgimento di equipaggi dei circoli storici romani, pur registrando anche la presenza di equipaggi provenienti dal resto d’Italia. Il nome ‘Via le Mani’ si rifà ad una terminologia tecnica del canottaggio che ben si sposa con la causa promossa da Hands off Women, che vuol dire ‘giù le mani dalle donne’, il cui acronimo è ‘HOW’ rimanda al “come” fronteggiare il drammatico e purtroppo attuale fenomeno della violenza di genere.

La Federazione ha deciso di intraprendere questa campagna con l’obiettivo, di raccogliere fondi da destinare a favore di associazioni senza fine di lucro attive nel concreto supporto a donne in difficoltà e vittime di violenza. In considerazione del terremoto che ha colpito il centro Italia quest’anno il contributo sarà devoluto ad un’associazione attiva nei territori interessati dal sisma individuato nel Centro Antiviolenza della Croce Rossa Italiana di Avezzano. Moltissime le persone che finora hanno testimoniato il loro sostegno alla causa. Tra loro in primis il Presidente della Federazione Italiana Canottaggio, Giuseppe Abbagnale, ambasciatore di Telefono Rosa e leggendario campione olimpico e numerosi artisti dell’ItalianAttori capitanati da Sebastiano Somma, ed altri come Gaetano Amato, Laura Lattuada, intervenuti come testimonial dell’iniziativa.

Guarda la galleria fotografica

Conferenza stampa “La Cometa dell’Arte”: il valore della cultura contro la violenza sulle donne – Martedì 4 ottobre, alle ore 19.00, presso il Teatro della Cometa – Via del Teatro Marcello 4, Roma

Hands Off Women – HOW e La Cometa dell’Arte sono lieti di invitarVi alla conferenza stampa di presentazione del progetto
La Cometa dell’Arte “I mille volti di Roma – arte e storia, tradizioni e contraddizioni”, che si terrà Martedì 4 ottobre, alle ore 19.00, presso il Teatro della Cometa – Via del Teatro Marcello 4, Roma
L’istruzione e la cultura sono sempre una grande risorsa nella battaglia contro la violenza di genere.
E’ con questo spirito che l’Associazione  Hands Off Women (HOW) Onlus, network internazionale il cui acronimo – HOW – sottintende anche “il COME” trovare una soluzione globale al fenomeno delle violenze contro le donne in tutte le sue molteplici sfaccettature, promuove “La Cometa dell’Arte”: un nuovo spazio di undici incontri (da ottobre 2016 ad aprile 2017), che si svolgerà al Teatro della Cometa, di mercoledì alle ore 18.15, su un tema tanto affascinante quanto inesauribile: “I mille volti di Roma - arte e storia, tradizioni e contraddizioni”.
Mille volti… come quelli che ha la violenza e che nessuna legge, da sola, può riuscire a estirpare, se non è accompagnata da una rivoluzione culturale, da un cambio di mentalità e da una necessaria sfida educativa.
L’istruzione e la cultura sono armi potentissime che permettono agli uomini ed alle donne di essere liberi di scegliere e, di conseguenza, insegnano a non avere paura.
Come ha dichiarato Malala, la ragazza pachistana Nobel per la pace e simbolo universale delle donne che combattono per il diritto alla cultura e al sapere, «Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo».
E “I mille volti di Roma…” si avvale di relatori di spicco scelti tra esponenti del mondo accademico e personalità della cultura, tra cui Alessandro Viscogliosi, Costantino D’Orazio, Barbara Briganti, Arnaldo Colasanti, Giorgio Muratore, Roberto Valeriani, Guglielmo Villa, Anselma Dall’Olio, Stefano Dominella e Pino Strabioli.

Sara Baresi, presidente di “Protea, associazione per la Tutela dei diritti dell’uomo, Italia”in rappresentanza di Aid Federation interviene a Ginevra, al ventinovesimo “Human Rights Council” delle Nazioni Unite.

“Al Presidente, nell’occasione dell’Item 3, ella ha presentato il lavoro condotto insieme ad un network di associazioni italiane ed internazionali sulla prevenzione dei matrimoni precoci e forzati e sulla creazione di una comunità di persone impegnate nella ricerca e nell’ applicazione delle buone pratiche in materia di diritti umani con particolare attenzione alle donne ed ai minori.… Continua a leggere

Sabato 20 giugno, ore 15.30: manifestazione contro teoria Gender nelle scuole e ddl Cirinnà

VOLANTINO[1]

Con la Onlus “Hands Off Women – HOW” e con l’Associazione “Noi X Roma”, Isabella Rauti ha aderito e partecipato alla manifestazione nazionale – promossa dal Comitato “Difendiamo i nostri figli” – contro la teoria del Gender nelle scuole e il ddl Cirinnà sulle unioni civili.… Continua a leggere

Giuseppe Abbagnale rema contro la violenza di genere

1120_abbagnale

ROMA, 20 novembre 2014 – L’ultima gara ufficiale risale al 1996 ed ora, dopo alcune esibizioni in regate master, Giuseppe Abbagnale, capovoga del leggendario “due con” plurimedagliato olimpico (insieme al fratello Carmine e al timoniere Giuseppe “Peppiniello” Di Capua ha vinto l’oro a Los Angeles 1984 e a Seul 1988 e l’argento a Barcellona 1992) e attuale Presidente della Federazione Italiana Canottaggio, scende nuovamente in acqua per “remare con forza contro la violenza di genere”.… Continua a leggere

Regata “Via le mani”, al CC Roma la sede di svolgimento

PB180003

ROMA, 18 novembre 2014 – Contrariamente a quanto annunciato in precedenza le condizioni dell’alveo fluviale nella zona di Castel S.Angelo non sono risultate idonee per garantire il regolare accesso del pubblico.… Continua a leggere

Regata “Via Le Mani”. Domani a Roma la Conferenza Stampa

ROMA, 17 novembre 2014 – Domani (martedì 18 novembre) a Roma, alle ore 11.30, presso la sede dell’Associazione Telefono Rosa sita in Viale Mazzini, 73 scala B interno 4, la Federazione Italiana Canottaggio, insieme all’Associazione Hands Off Women e l’Associazione Volontarie Nazionale Telefono Rosa Onlus, presenteranno agli Organi di Informazione la seconda edizione della regata di Canottaggio “Via le Mani”.… Continua a leggere

«Insegniamo ai ragazzi ad amare la cultura»

IMG_3597-800px

Un convegno sull’educazione alimentare alla Biblioteca del Senato per lanciare il concorso dedicato a tutte le scuole italiane.
«Un progetto che si rinnova con l’obiettivo strategico di contrastare l’analfabetismo di ritorno e di incentivare la lettura e l’enorme potenziale di energie creative che i nostri ragazzi possono esprimere».… Continua a leggere

Doppio cognome; Rauti: favorevole, ma giù le mani dai padri

“Non sono affatto soddisfatta di questo stravolgimento italiano che di fatto non crea nuovi diritti per le famiglie, ma abolisce l’obbligo del cognome paterno per i figli, lasciando totale libertà di scelta ai genitori .… Continua a leggere