Rassegna stampa

Sevenpress.com – Canottaggio, Via le Mani ritorna con tante novità

Canottaggio

ROMA – La manifestazione “Via le Mani”, diventata negli anni sempre più solidale e momento di riflessione e confronto, dopo lo stop forzato del 2020 a causa pandemia da Covid-19, torna a essere organizzata per sottolineare che il mondo remiero è costantemente contro la violenza sulle donne e più in generale contro quella di genere in ogni sua forma. Tra le novità di quest’anno va sottolineato che la regata di canottaggio “Via le Mani” si sdoppia poiché si svolgerà nella stessa giornata del prossimo 24 ottobre sia nel tratto di Fiume Tevere prospiciente il Circolo Canottieri Roma, e sia nel tratto di Fiume Po prospiciente la SC Armida di Torino. …Continua a leggere >>

canottaggio.org – Hands Off Women – HOW per “Via le Mani” 2021

ROMA, 21 ottobre 2021 – La Onlus “Hands Off Women (“giù le mani dalle donne”) contiene nell’acronimo ‘HOW’ il suo scopo principale che è quello del “come” fronteggiare il drammatico fenomeno delle violenze di genere. “Hands Off Women” ha ideato, insieme alla Federazione Italiana Canottaggio, la regata solidale “Via le Mani” con la consapevolezza che le leggi sono necessarie ma non sono sufficienti ad estirpare il fenomeno. Serve un impegno collettivo in cui ognuno può e deve fare la sua parte. Serve un’evoluzione culturale, favorita da progetti educativi e campagne di sensibilizzazione. L’evento sportivo “Via le mani”, rappresenta un importante momento di incontro e contribuisce all’obiettivo comune della promozione e della diffusione di una cultura del rispetto delle donne e del contrasto di ogni forma di violenza. “Via le Mani” è un’espressione tecnica che indica un movimento usato nel canottaggio, ma può significare anche un monito lanciato contro chi usa la violenza e non c’è linguaggio più diretto ed efficace di quello dello sport, sia in gara che nella vita di tutti i giorni. Il messaggio dello sport è potente: sostiene i valori della correttezza, della condivisione e del rispetto delle regole e dell’avversario; all’antagonismo si preferisce il sano agonismo, quello che esprime e produce solidarietà ed inclusione.

[Fonte: www.canottaggio.org]

Locandina-Regata-Via-Le-Mani-2021-Roma Locandina-Regata-Via-Le-Mani-2021-Torino

fratelli-italia.it – Femminicidio, Rauti: altre due donne uccise, da inizio anno è mattanza senza fine. Fare Presto!

rauti-1-716x393

“Fate Presto! La prima pagina di oggi di Leggo con questo appello quanto mai evocativo, accompagnato dalle foto di tutte le donne uccise dall’inizio di quest’anno, impone una riflessione ma soprattutto a una mobilitazione immediata e generale che coinvolga il mondo delle Istituzioni, della politica, della cultura/scuola e dello spettacolo. Va fronteggiata quella che deve essere considerata un’emergenza endemica. In pochi giorni altre due donne sono state uccise per mano dei propri partner, portando così il drammatico bilancio a 72 vittime dall’inizio dell’anno. Una donna ogni tre giorni, una mattanza che non si ferma. E dietro questi numeri ci sono persone, spesso mamme che hanno lasciato orfani e una scia di lutti. Alcune di queste donne avevano denunciato, altre invece no. …Continua a leggere >>

Canottaggio.org – Consegnato il ricavato di “Via le Mani” 2019 al Telefono Rosa

IMG-20210310-WA0001

ROMA, 11 marzo 2021 – L’edizione 2020 di “Via Le Mani”, la regata open femminile, non si è potuta disputare a causa dell’infezione pandemica da Covid-19. Un evento nato da un’idea dell’Associazione Hands Off Women – HOW Onlus, presieduta dalla senatrice Isabella Rauti, e organizzato dalla Federazione Italiana Canottaggio con l’ausilio del Comitato Regionale FIC Lazio e del CC Roma. Una manifestazione che ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno della violenza di genere. Ieri quindi, dopo un anno durante il quale, sempre per garantire i distanziamenti sociali, non è stato possibile disputare la gara né consegnare la cifra derivante dalle iscrizioni alla regata e destinata all’Associazione Nazionale Telefono Rosa, il Presidente Abbagnale ha consegnato l’assegno alla meritoria associazione di difesa delle donne. …Continua a leggere >>

europarl.europa.eu – Il ruolo delle donne nella ripresa post-COVID

5-marzo-sito

Il ruolo delle donne nella ripresa post-COVID - Next Generation EU per una ripartenza al femminile -  Venerdì 5 marzo 2021 Ore 10.00 L’evento verrà trasmesso in diretta streaming su Repubblica TV e sulla Pagina Facebook @PeItalia

La pandemia COVID-19 ha colpito duramente le donne sotto l’aspetto economico, familiare e della salute.… Continua a leggere

ilquotidianodellazio.it – Femminicidio di Genova, Isabella Rauti (FdI): “Più centri di ascolto sul territorio”

Abbiamo raccolto le parole della senatrice e del presidente di Tutela In Azione

Feminicidi

Femminicidio di Genova, l’ennesimo atroce delitto contro una donna da parte di un partner. La nostra intervista alla Senatrice Isabella Rauti vice presidente vicario del gruppo di FdI in Senato, componente della Commissione Femminicidi e Violenza di Genere in Senato.

La senatrice propose l’identificazione dello stalking come reato. Purtroppo a rendere ancora una volta urgente l’argomento, sono i terribili fatti di Genova, dove una donna si sentiva a tal punto in pericolo e minacciata dal suo ex compagno, da pagare il suo funerale prima del delitto che poi l’uomo ha realmente commesso.

Il Femminicidio di Genova, l’ennesimo delitto

“Dall’inizio di quest’anno sono nove le donne uccise. I fatti di Pavia, Vicenza, Faenza, San Giuliano Milanese e quello di Claudia Ceccarelli a Genova. Purtroppo il fenomeno dei femminicidi, ossia degli omicidi di donne in ragione del loro genere, sono in aumento. Lo sono anche rispetto a una generale diminuzione degli omicidi in assoluto.

L’Istat ha appena pubblicato questa relazione in cui si afferma che nei primi sei mesi del 2020, il numero dei femminicidi era pari al 45% del totale degli omicidi, a fronte di un totale del 35% dei primi sei mesi del 2019. questa percentuale sarebbe aumentata arrivando al 50% durante i mesi del lockdown di marzo e aprile 2020.

…Continua a leggere >>

ilsole24ore.com – «Senza donne non c’è crescita: è l’ora di un ministero con portafoglio per vincere la sfida»

Quaranta associazioni e parlamentari di tutti gli schieramenti chiedono un cambio di passo al presidente incaricato Mario Draghi
di Manuela Perrone
Si sono chiamate “Donne per la salvezza” ben prima che si pensasse alla nascita di un governo «di salvezza nazionale» a guida Mario Draghi.… Continua a leggere

Dire.it – Rete Donne per la salvezza: “È momento di vero ministero Pari opportunità”

Lo scrivono le 40 associazioni di manager, economiste, statistiche, accademiche, giornaliste, parlamentari riunite nella rete Donne per la salvezza, che ha elaborato un manifesto di proposte per i Recovery Fund attraverso 5 webinar

ESITI DEL CONSIGLIO EUROPEO, INFORMATIVA DI CONTE ALLA CAMERA

ROMA – “Siamo certe che il presidente incaricato Mario Draghi affronterà con energia la sfida della parità di genere, valorizzando le energie femminili nella composizione della sua squadra di governo: una sfida complessa, visto che il toto-ministri dei partiti è quasi esclusivamente maschile, ma che deve essere vinta”. Lo scrivono le 40 associazioni di manager, economiste, statistiche, accademiche, giornaliste, parlamentari riunite nella rete ‘Donne per la salvezza‘, che ha elaborato un manifesto di proposte per il recovery fund attraverso 5 webinar trasmessi in diretta dal corriere e da repubblica registrando decine di migliaia di accessi, e conclusi con un confronto con Paolo Gentiloni e David Sassoli. “per uno sviluppo dell’azione di governo che vinca la partita della parità di genere e della riduzione delle disuguaglianze- continua la rete donne per la salvezza- riteniamo importante una riflessione sul dipartimento delle pari opportunità. è venuto il tempo che diventi un ministero vero e proprio, con portafoglio, e che il/la sua titolare sieda nel consiglio dei ministri con pari poteri degli altri titolari di dicastero. sarebbe un’azione di rilievo, con un valore concreto e simbolico, che riaccenderebbe nelle italiane la speranza in un percorso di fuoriuscita dalla crisi attento alle loro necessità e- conclude la rete- ai problemi specifici della metà del paese che paga il prezzo più alto all’emergenza covid in termini di occupazione e di servizi”.

…Continua a leggere >>

angelipress.com – Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Le nostre testimonianze

4811b5d5efb5fd74bd598678e8375c7e_L

Il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
Il 25 novembre ricorda una data spaventosa: nel 1960 nella Repubblica Dominicana del dittatore Trujillo le tre sorelle Aida, Maria e Antonia Mirabal, considerate oppositrici al regime e rivoluzionarie, furono torturate, massacrate e strangolate.… Continua a leggere

La Gazzetta dell’Emilia.it – “Maratona Social” per dire basta alla violenza sulle donne

PHOTO-2020-11-10-17-01-49

Continuano ad aumentare le adesioni per la prima “Maratona Social” organizzata dalle associazioni “Source Of Emotions” e “Associazione Vittime Riunite d’Italia” in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Parma 18 novembre 2020 – Saranno il regista, attore e sceneggiatore James La Motta e l’attivista dei delle Vittime e Presidente dell’AVR Angelo Bertoglio i protagonisti dell’iniziativa e che faranno i da padroni di casa per moltissimi ospiti che si avvicenderanno durante la diretta del prossimo 25 novembre che partirà alle ore 14 e terminerà alle ore 24 e sarà suddivisa in tre blocchi: (14/17-18/20-21/24). …Continua a leggere >>